Archivi del mese: maggio 2015

La vita

29la vita

Guardare avanti
La vita è come un fiore sbocciato
all’inizio fragile e delicato,
è il bene più prezioso essere vivo
non bisogna distruggerla per nessun motivo.
Nel sentiero della vita ci son molte difficoltà
con fiducia qualcuno aiutarti potrà,
se ti senti senza meta e perdi ogni traccia
qui nessuno ti chiuderà porte in faccia,
se ti senti di perdere lacrime dal cuore in modo diretto
proprio quelle che ti fanno bruciare il petto,
ti aiuteremo a ricucire ogni dolore
diventare più forte e trovare indulgenza all’errore;
Non si è obbligati a cancellare le ferite
ma nel miglior modo verranno superate e capite.
L’Opera s’impegna con serenità e consigli
ad accogliere ragazze madri o già con figli,
si opera nel meglio all’accoglienza
alla solidarietà e alla convivenza,
con comprensione,amore
e tanta forza interiore.
Non bisogna sfuggire al presente
e non temere il futuro per niente
da nessuno il sorriso non devi farti strappare
solo guardando avanti le cose migliori possiamo trovare.
Anna Ferri

Il 25 maggio

 

tr82

Oggi ricorre la nascita di San Pio da Pietrelcina.
Pietrelcina, suo paese natale, è in festa perchè si fa memoria di questo grande dono.
“Dove posa lo sguardo un uomo di Dio, nella terra segnata dalle sue orme,
nella casa dove egli poggia il suo corpo per riposarsi e nei cuori amati dal suo cuore,
lì si posa la benedizione di Dio”

IL 25 MAGGIO
Il tuo materno cuore
esulta, o pia Giuseppa.
Che delizioso bimbo!
Da te bellezza ha preso,
dal Cielo tanta luce.

Lo sguardo del tuo ninno
t’imperla di sorriso.
Tu, mamma, presagisci
la volontà di Dio
su questo dolce figlio.

Il mondo adesso ignora
che grazia è questo evento,
ma un giorno non lontano
vedrà i gloriosi segni
e gioirà con te.

Saprai con tenerezza
nutrirlo del tuo latte,’
temprarlo con la fede.
A fianco ti sarà
il generoso Grazio.

Bontà, saggezza e forza
rifulgeranno in lui
con armonia perfetta.
Seguendo San Francesco,
raggiungerà la meta.

P. Guglielmo Alimonti Capp
“Pietrelcina non sei più piccola”, pg 7

Il piccolo Corrado

GENITORI
I suoi genitori minacciano di separarsi…gli amici, ignari, tentano invano di distrarlo.
Egli pensa ai sostituti di papà e mamma.
“Sono Giuseppe venduto ai mercanti!”
IL PICCOLO CORRADO
Lo sguardo fisso,
il pensiero assente,
sul cuore un macigno;
un ferito a morte.
Oggi il piccolo Corrado
ha compiuto nove anni.
Raggiunge i compagni di gioco,
ma è l’ombra di se stesso.
Vedendolo pallido e spento,
fanno cerchio intorno a lui.
Affettuosamente cercano di distrarlo,
ma egli ha la testa che gli va via.
Ha udito con le sue orecchie:
papà e mamma si dividono.
Il piccolo immagina:
un giorno mi presenteranno
delle persone sconosciute
per dirmi senza scomporsi:
ecco la nuova mamma;
ecco il nuovo papà.
Altro papà, altra mamma!
Allora devo chiedermi:
ma io, Corradino, chi sono?
Sono Giuseppe
venduto dai mercanti.
(P. Guglielmo Alimonti OFM cap, Ad ali aperte, pg 218)

Festa di S. Bernardino


Galleria delle foto della festa

Ieri, 20 maggio 2015, come ogni anno si è svolta la celebrazione della festa
di S. Bernardino da Siena, che dà il nome alla nostra via.
San Bernardino ha diffuso la devozione al Santo Nome di Gesù.
Ieri sera alle 19 è stata celebrata la Messa nella chiesa dedicata a lui,
che si trova nella nostra strada.
Al termine della celebrazione il parroco di San Franco, Don Rocco D’Orazio, ha portato Gesù Eucaristico in processione arrivando alla nostra casa per dare a tutti la benedizione.
Le mamme e i bimbi hanno partecipato e ognuno ha dato il suo piccolo contributo
come succede in ogni momento di festa della nostra casa.
Anche questa volta i bambini con la loro semplicità, ricordano a noi “grandi” la gioia della condivisione.